[easingsliderlite]

Ancora oggi vi è una grande confusione rispetto le figure professionali che si occupano della persona dal punto di vista psicologico ed è bene, prima di intraprendere qualunque percorso, chiarire le aree di competenza di ognuno e le differenze nella formazione e nell’intervento.

 

Chi è lo Psicologo

Si tratta di un professionista che ha conseguito una laurea quinquennale in psicologia, ha svolto un Tirocinio Post-Lauream di 1000 ore, ha superato l’Esame di Stato di Abilitazione e, per poter esercitare, deve risultare iscritto all’Albo degli Psicologi della propria regione di appartenenza.

Quindi non ha una formazione medica e non può prescrive cure farmacologiche. Opera sia nel settore pubblico quindi nelle ASL, nei servizi socio-sanitari, sia nel privato come libero professionista.

Le competenze dello Psicologo riguardano varie aree del ciclo di vita degli individui. Dalla consulenza, ai colloqui di sostegno, all’uso dei test, all’informazione, la formazione e gestione delle risorse umane, ai gruppi di sostegno, ad interventi psicoeducativi, alla didattica, e alla prevenzione e promozione della salute in ambito scolastico.

Cos’è la consulenza psicologica

Durante la consulenza psicologica si cerca di comprendere e definire il disagio espresso dalla persona, dalla coppia o dalla famiglia, (in genere 3 o 4 incontri preliminari sono sufficienti per avere un quadro diagnostico chiaro). Lo psicologo orienta circa le strategie di intervento da mettere in atto e verrà valutato, insieme al richiedente, se e come proseguire scegliendo il tipo di intervento più idoneo.

Cos’è il sostegno psicologico?

Si parla di sostegno psicologico quando la persona vive situazioni di disagio che limitano le sue possibilità di scelta o di crescita personale. È rivolto alla persona, alla coppia o alla famiglia che è sufficientemente in grado di attingere alle proprie risorse interiori, ma che in quel particolare periodo della sua vita si trova bloccata nel farlo. Può costituire un utile strumento in condizioni di carenza affettiva e relazionale, poiché promuove la costruzione di nuove modalità. Lo scopo di un intervento di questo tipo è quello di supportare empaticamente la persona, aiutandola ad affrontare i momenti di difficoltà, gestendo al meglio il proprio disagio fino al superamento dello stesso.

(approfondimento: Lo psicologo non è “il medico dei matti”)

Chi è lo Psicoterapeuta

Lo psicoterapeuta è una figura professionale che ha conseguito la laurea in psicologia o in medicina e ha frequentato una scuola di specializzazione in Psicoterapia (della durata almeno di quattro anni) presso Istituti Universitari o Privati riconosciuti dal MIUR, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Si occupa del trattamento e della cura di diversi disturbi psicopatologici che vanno dal disadattamento o disagio personale alla patologia più o meno grave che si presenta con sintomi nevrotici o psicotici, tali da ostacolare la vita personale, sociale e lavorativa. Può svolgere attività di psicoterapia individuale, di coppia, familiare e di gruppo, cercando di modificare in profondità l’equilibrio del sistema psicologico ed i suoi meccanismi di funzionamento di base, e/o lavorando sulle dinamiche di tipo relazionale dei soggetti.

Spesso chi si rivolge ad uno psicoterapeuta non sa che esistono varie scuole e correnti nell’ambito della psicoterapia. Ecco un elenco orientativo:

· Adler – Scuola Adleriana

· Analisi Bioenergetica

· Analisi Transazionale

· Cognitivo Comportamentale

· Cognitivo Costruttivista

· Gestalt Terapia Gestaltica

· Gruppo – Gruppoanalisi

· Ipnosi – Terapia Ipnotica

· Jung Psicologia Analitica

· Lacaniana – Lacan

· Psicoanalisi Psicodinamica

· Psicodramma

· Psicosomatica

· Psicoterapia Costruttivista

· Psicoterapia Integrata

· Psicoterapia PNL

· Psicoterapia Transculturale

· Sistemico Relazionale Terapia della famiglia

· Terapia Biosistemica

· Terapia Centrata sul Cliente

· Terapia Cognitiva

· Terapia Infanzia Adolescenza

· Terapia Strategica

approfondimento: “cos’è la psicoterapia”

Chi è lo Psichiatra

Lo psichiatra è un medico quindi ha conseguito la laurea in medicina e in chirurgia ed una specializzazione in psichiatria. Ha una preparazione sugli aspetti biologici delle patologie psichiche ed il suo intervento è solitamente focalizzato sul trattamento psicofarmacologico, senza tuttavia dimenticare l’importanza degli aspetti psicologici dei disturbi mentali.

A volte sia lo psicologo/psicoterapeuta che lo psichiatra forniscono contemporaneamente il loro supporto alla persona. In genere ciò avviene quando la sofferenza del paziente è tale da non poter affrontare un percorso psicoterapeutico ed i sintomi psicofisici sono eccessivamente invalidanti.

Chi è il Neurologo

Il neurologo è un medico che ha conseguito la laurea in medicina e in chirurgia ed una specializzazione in neurologia.

Si occupa delle malattie che interessano gli organi del sistema nervoso, dall’encefalo ai nervi periferici. Ad esempio: epilessie, ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, malattie neuromuscolari, diagnostica di tumori e malattie cerebrovascolari.

Chi è il Neuropsichiatra

Il neuropsichiatra è un medico che ha acquisito la specializzazione in Malattie Nervose e Mentali. Questa specializzazione si poteva ottenere fino alla fine degli anni ’70. Successivamente questa qualifica è stata suddivisa nelle branche autonome di Psichiatria e Neurologia allo scopo di formare specialisti con competenze differenziate tra loro.